Tignale

L'antica pieve di Tignale si trova citata nella bolla del 1187, quando " in plebs di tignale, in loco Arole"  il vescovo Alberto di Campo concesse un feudo a "Giovanni Bello, Giacomino e Adriano de plebe Tignali", riformando una precedente investitura attuata dal vescovo Salomone[...] La struttura si presenta a navata unica, scandita da quattro arcate con cappelle al loro interno. Il presbiterio rettangolare è arrichito dalla decorazione sulla cupola.L'altare maggiore ha un ciborio opera del Boscaì. La pala raffigurante l'Assunzione della Beata Vergine,  firmata da Giovanni Andrea Bertanza, è datata 1623. Ai lati troviamo due tele, con raffigurati i Santi Antonio Abate, Rocco e Caterina d'Alessandria, di autore ignoto del '500, l'altra è dedicata a Maria Madre della Chiesa di Francesco Squassina (1974). Di particolare pregio l'altare di Sant'Antonio da Padova, cin una pala da Alessandro Campi del '700. Di pari valore, entrando sulla destra, troviamo l'altare dedicato a San Francesco, con una pala di buona scuola veronese del tardo Cinquecento, con raffigurato il santo che riceve le stimmate. Di particolare bellezza è l'altare della Madonna del Rosario con una pala che, secondo Gaetano Panazza, è attribuita  a Palma il Giovane. Internamente nel Battistero troviamo una tela con raffigurato il Battesimo di Gesù , opera del ferrarese Mario Capuzzo (1954), copia del quadro del Verrocchio negli Uffizi a Firenze. Nella chiesa esistono inoltre tele di Andrea Celesti raffiguranti la Visitazione ad Elisabetta, la Natività, l'Adorazione dei Magi. L'organo venne costruito con delibera comunale del 22 maggio 1633. Fu probabilmente ricostruito verso la fine del '700 da Girlamo Bonatti. Seguirono interventi di Paride Fancini si Sopraponte e, di nuovo, di Giovanni Tonoli, originario del luogo.

Tratto da "Le chiese dell'Alto Garda Bresciano" a cura di Cristian Pollini.


La nostra sede

Reboma Holidays Apartments,
Piazza Umberto I, Tignale (Brescia)
lago di Garda
tel.: +39 0365 761018, fax.: +39 0365761814

| PRIVACY |